La storia del nostro Hotel

Rispetto alla storica Masseria, l’Albergo ha sin da subito avuto le sue note moderne.

Con questo post , vorrei ripercorrere insieme a voi, come si sia evoluto in questi unidici lunghi anni il nostro
Hotel.

Eh si perchè scherza scherzando siamo arrivati all’UNDICESIMO anno di attività.

Come ho scritto prima qui (qui),  Al primo piano troviamo le camere Classicand Superior.

Quello che forse non tutti sanno è che la conformazione attuale del nostro Hotel non è stato sempre quello che vi ho mostrato nella foto precedente.

All’inizio, ci presentavamo così.

Hotel Tenuta la Baronessa

Giallo come il sole, rosso come i colori di un tempo.  

hotel frontale      hotel frontale colorato

camera-classic-con-fico

Anche gli spazi interni, all’inizio, avevano colori simili. Proprio per richiamare la semplicità di questo territorio. Il calore del sole con i toni caldi del giallo e dell’arancione. Legno ruvido lavorato su toni scuri. Il tocco di colore era quel pannello rosso.

fico-in-camera

Ci tengo a parlarvi di questo perchè ogni elemento di queste camere è lavorato a mano da piccoli artigiani locali con cui la proprietà ha collaborato da sempre.

Un curiosità?

Sulla testata del letto, lo vedete quel quadro rosso? Sapete cos’è?

E’ FICO, fico. si, si ,si. Quella pianta verde che cresce ovunque e fa dei frutti di cui anche io vado ghiotta. Una lavorazione brevettata per utilizzare la fibra essiccata del Fico d’India, simbolo delle zone mediterranee. Per dire la verità, sapevate che in realtà è stata importata da Cristoforo Colombo dalle nuove scoperte terre delle Indie (appunto!).

L’azienda che ha realizzato questa opera innovativa si chiama Sikalindi, una realtà molto innovativa del panorama salentino. Ogni pezzo realizzato con queste tecniche ha un carattere tutto suo perchè le venatura della pianta sono uniche.

Che ne pensate? Avevate mai pensato di avere un’oggetto fatto di fico in casa?

Comments are closed.