Capodanno a Gallipoli: i pupi di cartapesta della citta bella.

Le tradizioni quelle belle, ritornano per salutare il vecchio e accogliere il nuovo anno.

Se vuoi sapere quali sono gli usi e costumi locali, leggi bene quest’articolo: parleremo di una tradizione antichissima di Gallipoli. L’esplosione dei pupi in cartapesta.

“Che fai a capodanno?” La domanda in questi ultimi giorni è sempre più frequente, vero? Anche a me vengono i brividi e non vorrei infierire. Quello di cui voglio parlarti oggi è una tradizione molto sentita qui a Gallipoli: “lu sparu te li pupi” ergo l’esplosione dei Pupi.
Gli ultimi giorni dell’anno in tutti i quartieri della cittadina di Gallipoli vengono esposti i cosidetti Pupi, fantocci in cartapesta realizzati da quasi tutti i quartieri della cittadina. La realizzazione dei pupi è un’espressione della grande manualità degli artigiani salentini, partendo da elementi semplici possono venire fuori lavori simili.

Sono semplici gli ingredienti: acqua, farina,carta da giornale e vernice.. Danno vita a strutture incredibili, i cui particolarii sono curati neiminimi dettagli.

Li vedremo insieme: da quelle più amatoriali a quelle più professionali. I colori, i chiaro scuri, le ombre, alcuni si muovono, altri ti fissano. :)


credits: @fideliterexcubat on FB 

Qui l’arte della cartapesta è una lavorazione molto comune, una tradizione ben apprezzata anche dai più piccoli. E questo lo dico perché , in questi giorni è facile trovare porte aperte, garage che si trasformano ilaboratori, è una forma per stare insieme molto bella, quasi malinconica. I
piccoli di casa spesso seguono le orme dei più grandi. Si formano vere e proprie piccole community di persone che nel quartiere condividono questa passione…

Passione che in alcuni casi si è trasformata in un vero e proprio lavoro.

Esistono delle vere e proprie competizioni, con una giuria che vota la creazione più bella. Sarei presuntuosa nel raccontarvi la storia della lavorazione della cartapesta. Quello che vorrei fare è provare a raccontarti cosa per me rappresenta questa tradizione.
La realizzazione dei Pupi comincia anche alcuni mesi prima, nelle case e nei garage dei cartapestai, successivamente, vengono assemblati in strada diverse ore prima ed imbottiti di botti e fuochi d’artificio, pronti il fatidico countdown. È il senso di appartenenza che lega tutti i partecipanti a questa manifestazione. Ognuno da a sua misura, il suo contributo.

Già dalle prime ore del 30 Dicembre, i Pupi di cartapesta sono visibili percorrendo le principali strade di Gallipoli. E’ anche possibile lasciare un’offerta, per contribuire alle realizzazioni future di questo singolare evento.

Per chi volesse festeggiare in strada l’arrivo del nuovo anno, Gallipoli è un’alternativa che vi consiglio particolarmente.
Lo vedrai tra qualche mese, anche Carnevale è un’ occasione perfetta per la realizzazione dei carri allegorici in cartapesta del carnevale gallipolino, ma di questo ne riparleremo in altro articolo di blog, non preoccuparti. :)

I pupi rappresentano l’esasperazione, l’accumulo di negatività che sono propri della fine di un’era. Proprio per questo che a mezzanotte , allo scoccare del nuovo anno, si fa esplodere. Si perché all’ interno di questi pupi, c’e dell’esplosivo. Si, la città pervade di tanti piccoli boati.è il rovescio della medaglia. Quello brutto. A risentirne sono i più indifesi che non capiscono il senso di questo boato…

Avete mai visitato Gallipoli a Capodanno? Sapevate di questa tradizione ? Vi piacciono i fuochi d’artificio?

Leave A Reply

© 2016 Luxury Hotel & Resort Tenuta La Baronessa ☆ ☆ ☆ ☆ PI 04436860755 - Sp Alezio - Tuglie info@tenutalabaronessa.it

Loading...
Facebook Messenger for Wordpress